CIFNEWS HEADQUARTER

COMMERCIAL | RISTRUTTURAZIONE

Location: Chongqing, Qijiang District, R.P.C.

2018

 

Il progetto prevede la ristrutturazione e la ridefinizione funzionale degli spazi di un fabbricato a destinazione direzionale oggetto di recente acquisizione da parte del gruppo CifNews, fabbricato in cui andrà ad insediarsi la nuova sede operativa aziendale.

Il primo stralcio interessa tre livelli del fabbricato e prevederà l'insediamento delle funzioni attuali dell'azienda e delle previsioni di crescita e di trasformazione delle stesse nel prossimo triennio. Tali funzioni, nel realizzare la nuova sede operativa, saranno arricchite da spazi flessibili ed innovativi dal punto di vista della socializzazione e della condivisione di idee, oltre che da una gestione smart delle attività lavorative nei vari ambiti, in relazione agli ambienti di lavoro.

 

A partire dagli spzi esistenti, si individuano alcuni temi che diventino baricentrici rispetto all'attività lavorativa, ovvero gli spazi open, finalizzati allo speaking, alla condivisione di idee, alla socializzazione e alle attività collettive, in contrasto con la rigidità degli ambienti di lavoro tradizionali.

Il progetto vuole inoltre ottimizzare la gestione dello spazio, agevolando la permeabilità e la percorribilità delle distanze. Questo va a definire una serie di spazi baricentrici che diventano organizzatori del layout operativo e funzionale.

6th floor

La composizione architettonica parte da una riflessione sull'orientamento dell'area di progetto, e sull'obiettivo di realizzare un edificio che sià più possibile legato all'utilizzo della luce diurna naturale. La realizzazione infatti di due grandi vuoti interni e di volumi esterni diffusi a partire dal corpo centrale, è finalizzata infatti allo sfruttamento ottimale dell'illuminazione naturale, oltre ad avere dei chiari aspetti funzionali ed organizzativi nel suo complesso.

 

La compresenza di due diversi ambiti scolastici, la scuola dell'infanzia e la scuola primaria, individua dunque la necessità sia di mantenere una divisione degli spazi tra le due realtà scolastiche, ma anche la necessità di avere spazi funzionali in comune, quali la mensa e la palestra.

L'inserimento del progetto nel contesto innesca una serie di trasformazioni sia del layout urbano, sia dell'aspetto ambientale. Da un lato introduce un rafforzamento della viabilità di servizio all'area, con l'integrazione ad essa di un parcheggio con relative aree di manovra anche per mezzi pubblici. Parallelamente innesca una serie di interventi di valorizzazione ambientale e di tutela idraulica del contesto, dando origine ad un parco in cui il fabbricato scolastico si inserisce.

La composizione architettonica parte da una riflessione sull'orientamento dell'area di progetto, e sull'obiettivo di realizzare un edificio che sià più possibile legato all'utilizzo della luce diurna naturale. La realizzazione infatti di due grandi vuoti interni e di volumi esterni diffusi a partire dal corpo centrale, è finalizzata infatti allo sfruttamento ottimale dell'illuminazione naturale, oltre ad avere dei chiari aspetti funzionali ed organizzativi nel suo complesso.

 

La compresenza di due diversi ambiti scolastici, la scuola dell'infanzia e la scuola primaria, individua dunque la necessità sia di mantenere una divisione degli spazi tra le due realtà scolastiche, ma anche la necessità di avere spazi funzionali in comune, quali la mensa e la palestra.

L'inserimento del progetto nel contesto innesca una serie di trasformazioni sia del layout urbano, sia dell'aspetto ambientale. Da un lato introduce un rafforzamento della viabilità di servizio all'area, con l'integrazione ad essa di un parcheggio con relative aree di manovra anche per mezzi pubblici. Parallelamente innesca una serie di interventi di valorizzazione ambientale e di tutela idraulica del contesto, dando origine ad un parco in cui il fabbricato scolastico si inserisce.

La definzione architettonica dello spazio interno vuole da un lato attingere ai temi cromatici del logo del brand, dall'altro utilizzare gli stessi per andare a definire, attraverso il contrasto ed il disegno fisico dell'ambiente, la gestione funzionale dello spazio, in modo che essa sia di immediata comprensione per gli utilizzatori.

La distribuzione della luce a soffitto e della climatizzazione dell'aria estiva ed invernale è studiata in modo tale da interessare prevalentemente le aree ad utilizzo costante, al fine di massimizzare il risparmio energetico e di valorizzare il comfort interno durante gli orari di lavoro.

La divisione ottica degli spazi è finalizzata anche all'ordine organizzativo interno e al controllo delle attività lavorative da parte dell'amministrazione. Parallelamente a ciò si è data molta importanza al legame tra spazi di lavoro e spazi di relax/speaking/socailizzazione oltre che ai luoghi del break, che spesso corrispondo tra loro affinchè i momenti di non lavoro possano identificarsi anche come momento di socializzazione, al fine di migliorare l'aspetto umano e interattivo del team di lavoro all'interno della struttura.

7th floor

8th floor